La Merkel ha appena ribadito con forza che il futuro della Germania passa per immigrazione e integrazione

Merkel, European People's Party, https://it.wikipedia.org/wiki/Angela_Merkel#/media/File:Flickr_-_europeanpeoplesparty_-_EPP_Congress_Rome_2006_(132).jpg, CC BT 2.0

Le parole della Cancelliera pronunciate durante una conferenza a Berlino

«La Germania deve essere un paese di immigrazione e integrazione, soprattutto per quanto riguarda le pari opportunità di istruzione e formazione». Queste le parole pronunciate da Angela Merkel pochi giorni fa in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario della Legge Fondamentale, la Costituzione tedesca, riportate dalla Frankfurter Allgemeine. La Cancelliera è sicura che i successi futuri della Germania saranno il risultato di una politica di accoglienza e sinergia tra immigrati e tedeschi. Un concetto importante che la Merkel dovrebbe far capire a molti suoi colleghi sia in Germania che nel resto d’Europa.

La Merkel ha parlato davanti a una platea di giovani, invitata dalla Deutschlandstiftung Integration, ente che si occupa dell’integrazione degli immigrati

La Merkel ha ricordato che quasi un quarto della popolazione in Germania è proveniente da un altro Stato, circa 19 su 83 milioni di abitanti. «Uno dei pregi della Costituzione tedesca è essere la risposta alla domanda su come milioni di persone possano vivere bene insieme e contribuire al progresso della Germania nonostante le loro differenze» ha continuato la Merkel. I flussi migratori si sono intensificati dal 2015 con l’arrivo dei richiedenti asilo che scappavano dalle stragi in Siria. Si stima che da quell’anno, la Germania abbia accolto quasi 2 milioni di migranti. Giocoforza questi arrivi hanno profondamente cambiato il profilo della popolazione in Germania; è inutile, quindi, opporsi ad essi con una politica di chiusura. Al termine del suo discorso la Cancelliera ha chiesto che i valori fondamentali della Costituzione  siano protetti e che «si oppongano al razzismo, all’antisemitismo, all’odio e alla violenza».

La Merkel abbandonerà il suo ruolo di Cancelliera

Dopo i risultati delle elezioni in Assia nel settembre del 2018, in cui il suo partito, la CDU aveva preso una sonora batosta, la Merkel aveva dichiarato che non si sarebbe più ricandidata. La Cancelliera da ben quattro mandati alla guida della Germania, lascerà il timone nel 20121 e ha dichiarato di non voler più ricoprire incarichi politici. A guidare la CDU ci sarà Annegret Kramp-Karrenbauer. Ma la Merkel rimane una delle leader più amate dal popolo tedesco. Infatti, secondo quanto riportato da Spiegel, la sua popolarità è aumentata di 15 punti dal giorno dell’annuncio del suo ritiro.

Leggi anche Angela Merkel ha ammesso di aver contrabbandato denaro occidentale mentre cresceva nella DDR


Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Angela Merkel, ©European People’s Party, CC BY-SA 2.0 da Wikipedia

Leave a Reply