A marzo saranno messi all’asta diversi blocchi del Muro di Berlino

Muro di Berlino © igoreclick, Muro di Berlino, CC0

30 anni dopo la storica caduta, sarà possibile acquistare pezzi del Muro di Berlino

Nell’anno del 30esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, gli appassionati di storia avranno l’opportunità di acquistare parte del Muro. Sei intere sezioni del Muro saranno infatti messe all’asta in due lotti differenti. I blocchi in questione saranno quelli su cui sono presenti i graffiti originali dell’artista e attivista ambientale Ben Wagin. L’asta si terrà a marzo in Inghilterra, presso la Summers Place Auctions. Le sei parti facevano parte del monumento di Ben Wagin dedicato alla memoria delle 258 persone morte nel tentativo di fuga oltre al Muro. Successivamente, le sezioni sono state rimosse per fare spazio ad un nuovo edificio del Parlamento. Ora, grazie a quest’asta, un importante pezzo di storia potrà avere una nuova casa.

Le sezioni del muro in asta

Il Muro di Berlino è composto da sezioni alte tre metri e lunghe quasi un metro e mezzo. I graffiti di Ben Wagin sono stati disegnati dopo che i graffiti originali del Muro sono stati rimossi dai primi visitatori, poco dopo la caduta del Muro. Negli ultimi anni, le sezioni sono state una parte cruciale del “Parlament der Bäume” (Parlamento degli alberi), installazione artistica di Ben Wagin e anche importante area verde di Berlino. Nell’asta di marzo, le 6 sezioni in vendita saranno divise in due lotti, uno da 2 e l’altro da 4 pezzi di muro. Secondo le stime riportate da Lonely Planet, il prezzo del lotto da 2 sezioni sarà compreso tra i 4000€ e i 6000€. L’altro, invece, sarà tra gli 11.000€ e i 13.000€.

I graffiti di Ben Wagin

Bernhard Wargin, noto come Ben Wagin, è un artista e attivista ambientale tedesco. Nato nel 1930 in Polonia, è diventato già da giovane una figura influente a Berlino e in Germania. Durante la sua carriera, Wagin ha voluto far riflettere sull’ambiente e sui danni dell’uomo nei confronti della natura, tanto da guadagnarsi il soprannome di “Baumpate”, il “padrino degli alberi”. Per anni ha combattuto a difesa del Parlamento degli Alberi, non solo per il suo significato, ma anche per proteggere l’ambiente nella capitale tedesca. Una delle sue opere principali a Berlino si intitola “Weltbaum” (“Albero del Mondo”), un imponente murales vicino alla stazione della S-Bahn di Tiergarten.

Leggi anche: 16 cose da sapere assolutamente sul Muro di Berlino


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo: © igoreclick, Muro di Berlino, CC0

Leave a Reply